Pellegrinaggio in Egitto

I luoghi della Santa fuga 

1 Giorno: Italia - Il Cairo

Partenza dall'aeroporto di Milano o Roma.

Arrivo all’aeroporto del Cairo, capitale dell’Egitto e della sua storia millenaria. Il suo nome deriva da al-Qhira , termine arabo che significa “la soggiogatrice”. Situata sulle rive del Nilo ospita i resti dello splendore del passato.

Cena in ristorante sulle rive del Nilo. Notte in hotel.

 

 

2 Giorno: Il Cairo - Wadi El Natroum - Il Cairo

Colazione in hotel e partenza per Wadi El Natroum.

La Sacra Famiglia attraversò il Nilo verso il Delta Occidentale, poi si diresse a Sud raggiungendo Wadi El Natrun. Questa zona divenne la culla del monachesimo egiziano. Ad oggi ancora 5 monasteri sono presenti nella localita'. Il Monastero di Santa Maria, conosciuto anche come Deir es Suriani (o Monastero dei Siriani) con la sua chiesa principale dedicata a Maria e famosa per gli affreschi e le icone, alcune delle quali risalgono al VII secolo. Il monastero fortificato di Deir Anba Bishoi (San Bishoi) nel quale si racconta sia custodito il corpo del santo, perfettamente conservato in un tubo sigillato presso l'altare. Un po' più a nord, il Monastero di San Baramus (Deir el-Bararnus) conta tra le sue mura almeno cinque chiese.

Pranzo in corso di escursione. Rientro in hotel per cena e pernottamento

3 Giorno: Il Cairo copto

Colazione in hotel. Intera giornata alla scoperta  del Cairo Vecchio, dove la Sacra famiglia si fermò durante il suo viaggio in Egitto. In questa zona visiteremo la Chiesa di San Sergios (Abu Serga), la piu’ antica e autentica dell’Egitto, che racchiude la grotta dove per 3 mesi si si rifugiò la famiglia di Nazareth.Visita di una delle chiese piu’ emblematiche del Cairo: la chiesa sospesa o appesa,  che fu costruita nella fortezza romana di Babilonia, proprio in cima alla Porta dell’Acqua. Di altrettanto interesse la chiesa di santa Barbara, costruita a 1.42 metri sotto il suolo e la Chiesa della vergine Maria in Maadi  sulla sponda orientale del Nilo, nello stesso luogo dove secondo la tradizione la Sacra Famiglia si imbarco’ diretta a sud. Di fatto, il nome del Maadi in arabo significa "punto di attraversamento’

Pranzo in corso di escursione. Rientro in hotel per cena e pernottamento.

4 Giorno: Il Cairo e le piramidi di Giza

Colazione in hotel. In mattinata visita del museo Egizio. Al suo interno il museo ospita la più grande collezione archeologica al mondo di testimonianze risalenti a tale epoca, circa 120,000 reperti, tra cui il contenuto della tomba di Tutankamon e la maggior parte delle mummie scoperte dal 19esimo secolo. Proseguimento della visita alle Piramidi di Giza e alla famosa Sfinge: tappe imperdibile in qualunque tipo di visita al Cairo.

Pranzo in corso di escursione. Rientro in hotel per cena e pernottamento.

 

5 Giorno: Monte Mokattam e albero di Maria

Colazione in hotel e partenza per il Monte Mokattam: la montagna del santo conciatore. Il monastero si trova dietro “Mansheiyet Nasser,” nel villaggio dei Zabbalin (i collettori di immondizia), i cui abitanti vi si insediarono sotto il Governatore del Cairo nel 1969. Ben nascosta in questo abisso urbano si trova una meraviglia di sorprendente e inaspettata bellezza, il Monastero di San. Simone. Un'ampia distesa scavata nel ventre della montagna attende il visitatore ignaro. Entrando dal cancello principale, si è circondati da bassorilievi e sculture colorati realizzati da Mario, un artista polacco, che ha volontariamente dedicato la sua vita al monastero. Proseguimento per Matariya,  Un sobborgo mediorientale del Cairo, dove cresce l’albero della Vergine, un sicomoro nodoso, che sembra discendere direttamente da quello che accolse Maria che stava riposandosi.

Pranzo a Heliopolis, la citta’ del sole. Rientro in hotel per cena e pernottamento.

6 Giorno: Il Cairo - Minya

Colazione in hotel e partenza per Minya, capoluogo della stessa provincia. Piacevolmente situata sul Nilo, presenta alcune raffinate costruzioni che documentano l'antica prosperità, quando fu nel passato fiorente centro dell'industria del cotone. Con le sue verdi piazze, i graziosi viali alberati e le maestose ville italiane costruite dai rnagnati dell'industria, Minya è un luogo gradevole per tranquille passeggiate. Visita della chiesa della Vergine Maria a Jabal al- Tair,  fondata intorno al 328 dopo Cristo per volontà della Regina Elena, madre dell'Imperatore Costantino, che costituisce uno dei santuari più amati e frequentati dai fedeli copti.

Pensione completa in hotel.

7 Giorno: Minya - Assiut - Il Cairo

Colazione in hotel. Trasferimento ad Assiut,  centro nell’antichità del culto a Wepwawet, il dio con la testa di lupo vendicatore di Osiride. Assiut rappresenta la tappa piu’ meridionale del viaggio della Sacra Famiglia in Egitto. Il Monastero della Vergine (Deir el-Adbra), è stato edificato attorno alle grotte di Doronka che avrebbero ospitato la Sacra Famiglia. Dall’aspetto di un castro fortificato, accoglie i circa 50 mila pellegrini che vi si radunano annualmente in agosto per la Festa della Vergine (Mulid el-Adbra). Il Monastero Bruciato (Deir el-Muharraq) si trova 32 km verso nord, al margine del deserto. Anch'esso e stato costruito attorno a una grotta sacra, ritenuta luogo di dimora della Sacra Famiglia e che oggi è il cuore stesso della chiesa.

Pranzo in corso di escursione. Rientro a Il Cairo per cena e pernottamento

8 Giorno: Il Cairo - Italia

Prima colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto per il rientro.

Please reload

Contattaci: tel. 0549.908202 - info@itinerariviaggi.sm

Itinerari srl - Via Consiglio dei Sessanta 27/A - 47891 Dogana RSM.

Codice operatore economico 07997